Gravidanza

Andrà tutto bene?

Prima di scoprire di essere incinta ad inizi giugno, avevo già affrontato una precedente gravidanza purtroppo andata male- A febbraio 2017, dopo circa 10 giorni di ritardo, ho fatto un test risultato positivo. Ho fatto l’esame del sangue che ha confermato questo esito ma con valori delle Beta piuttosto bassi. Non essendo molto esperta non mi sono preoccupata molto.

Ho subito chiamato la mia ginecologa che mi ha fissato il primo incontro con lei. Purtroppo durante la vista si sono evidenziate le prime perdite ematiche che hanno continuato per tutta la notte e il giorno successivo. Un controllo all’ospedale purtroppo ci ha confermato che si stava trattando di un aborto spontaneo. Nella sfortuna comunque è andata bene perché è stato quasi un ciclo ritardato quindi non  ho dovuto vivere il trauma del raschiamento.

Il mio compagno, per fortuna, mi ha dato la spinta a reagire e a non buttarmi troppo giù, e così dopo qualche mese abbiamo deciso di riprovarci. Purtroppo questo tipo di episodi, sopratutto nella prima gravidanza, capita nel 25-30% dei casi.

Dopo questa brutta esperienza sono rimasta incinta quasi subito e questa volta la gravidanza sta procedendo bene.

Non nego che gli strascichi emotivi ci sono stati e ci sono ancora. I primi tempi come vedevo una donna incinta mi incupivo e mi faceva star male perché avevo paura non potessi mai vivere questa gioia. Dopo aver scoperto di essere in dolce attesa, fino al terzo mese, ho avuto sempre l’ansia di svegliarmi e rivivere l’incubo. Ogni incontro con la ginecologa pregavo non ci fossero perdite e che il cuoricino battesse sempre forte. Al superamento del terzo mese e fino a quando non ho iniziato a sentire la piccolina muoversi, ero terrorizzata che qualcosa andasse storto. L’ultimo episodio qualche giorno fa dove, per oltre 24 ore, non ho sentito movimenti e sono andate nel panico.

Cerco sempre di vivermi questa esperienza con gioia, ma certe ansie sono inconsce e fanno parte degli sbalzi ormonali. Dopotutto si diventa mamme fin dal primo giorno!

A chi ha passato una brutta esperienza dico solo che posso capirle e che se avete voglia di scrivermi sono pronta ad ascoltarvi. Non c’è nulla di male se siete arrabbiate con il mondo, se non volete riprovarci, se non vi va di parlarne o se avete 1000 paure. E’ tutto normale e l’importanti è affrontare questa situazione con le persone di fiducia senza chiudervi in voi stesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *